passa al contenuto principale

Vita e morte durante internamento

Le privazioni e le dure condizioni dell’internamento emergono da molte testimonianze: i casi di prostrazione fisica e di malattia mentale, come pure gli esempi di internati adulti e bambini deceduti nel campo, sono solo alcuni degli effetti provocati dal lento logorio di mesi o anni trascorsi in prigionia. Simili condizioni costituiscono una forte spinta ad accettare le offerte di lavoro delle autorità austriache e, talvolta, a tentare la fuga; molte donne si prestano, invece, a compiere lavori a pagamento per gli altri internati – come fare il bucato – o a testimoniare con disegni e racconti successivi la vita nel campo. Finita la guerra, il ritorno a casa è talvolta segnato dalle difficoltà del viaggio, durante il quale si segnalano molti casi di dispersione e perdita dei miseri beni che con così tanta fatica erano stati conservati durante il periodo dell’internamento.

Documenti mostra

Torna su