passa al contenuto principale

Aprile 2018 – architetto Aldo Cervi

Il fondo, che consta di oltre 200 unità, è costituito prevalentemente dalla serie di 140 progetti elaborati dal 1952 al 1972 dall’architetto Aldo Cervi (1901-1972), attivo a Trieste a partire dai tardi anni ’20. Cervi, diplomato alla Scuola industriale superiore di Trieste come Baumeister nel 1920, completa gli studi architettonici presso l’Accademia e istituto di belle arti di Venezia nel 1926, dove ottiene il diploma di professore di disegno.

Instaura fin da subito rapporti di collaborazione con artisti triestini, primo fra tutti lo scultore Marcello Mascherini, e partecipa a diversi concorsi di progettazione, anche in collaborazione con Umberto Nordio. Nel secondo dopoguerra si attiva nella progettazione, assieme a Vittorio Frandoli e Romano Boico, di interni navali, per poi indirizzarsi nella progettazione di interni di appartamenti residenziali, negozi e sedi istituzionali, tra cui il Caffè degli Specchi (1972), le sale del Palazzo del Governo (1962) e del Consiglio Regionale (1969-71).

Il fondo è in corso di riordinamento con la collaborazione di Leonardo Saracino, volontario del Servizio civile 2017 che sta affiancando il lavoro degli archivisti in una preziosa opera di elencazione e ricondizionamento dei progetti (Archivio di Stato di Trieste, Archivio architetto Cervi, A44).

Torna su