passa al contenuto principale

Interni del caffè San Marco, devastato in seguito alla dichiarazione di guerra dell’Italia, e distinta dei danni

Luogo e data: Trieste, 24 maggio 1915

Collocazione: ASTS, Intendenza di finanza, Danni di guerra, L, fasc. Lovrinovich Marco

Inaugurato il 3 gennaio 1914, il Caffè San Marco diviene presto luogo di ritrovo per i giovani irredentisti e laboratorio per la preparazione di passaporti falsi da usare nella fuga in Italia. Il 23 maggio 1915, un gruppo di soldati – la sbirraglia austriaca – penetra all’interno del locale, lo devasta e ne decreta la chiusura. Il proprietario Marco Lovrinovich viene cacciato brutalmente, e in seguito è incarcerato a Liebenau, in Austria, con l’accusa di essersi procurato volontariamente il tracoma con una soluzione batterica allo scopo di non servire nell’esercito austro-ungarico

Torna su