passa al contenuto principale

venerdì 30 luglio 1915

Guerra - Comunicati nemici (italiani): Secondo i comunicati ufficiali dello Stato maggiore italiano, sul Basso Isonzo l'avanzata prosegue rapidamente. Conquistate alcune trincee davanti San Martino del Carso. Il nemico usa anche gas asfissianti. Fatti 1600 prigionieri di cui 30 ufficiali. In Carnia attacco nemico sulla sella Sambogna respinto dagli italiani. Secondo gli austriaci questo evento è inventato e non sarebbe avvenuto. Azione di marina sulle isole della costa dalmata. Occupata la isola di Pelagosa. In un'operazione congiunta italo-francese attaccata l'isola di Lagosta; tagliato un cavo sottomarino e distrutte una base aerea e sommergibili.
I feriti italiani: A causa del grande numero, i soldati italiani feriti vengono ricoverati anche in città del Meridione. Molti incarichi spettanti ad ufficiali superiori vengono affidati ad ufficiali di grado inferiore.
Rivoluzione ad Haiti: Rivolta in atto contro il Presidente della Repubblica di Haiti. Truppe americane sbarcate sull'isola per proteggere i cittadini americani. I rivoltosi avrebbero ucciso il presidente Guillame e fatto a pezzi il cadavere. L'incrociatore “Washington” staziona nel porto della città.

Download

PDF Osservatore Triestino PDF Triester Tagblatt

Link addizionali

Wiener Zeitung Il Resto del Carlino Altra rassegna stampa

Altri articoli

Torna su