passa al contenuto principale

venerdì 11 agosto 1916

Il fronte d'Isonzo: Gorizia fu abbandonata e sull'altipiano di Doberdò si eseguì una ”correzione delle nostre [austriache] posizioni”.
Le rappresaglie: in un attacco su Venezia provocati degli incendi “visibili ancora a 25 miglia”.
La consegna obbligatoria degli oggetti di metallo: tra loro le caldaie, le pentole e i “ferri da stirare”.
I bisogni dell'esercito: si raccolgano le offerte per, tra altro, le mutande e i calzetti per i militari.

Download

PDF Osservatore Triestino PDF Triester Tagblatt

Link addizionali

Wiener Zeitung Il Resto del Carlino Altra rassegna stampa

Altri articoli

Torna su