passa al contenuto principale

sabato 19 giugno 1915

Vietati gli stampati periodici italiani: l'ordinanza dei Ministeri dell'interno e della giustizia del 23 maggio 1915 tra le disposizioni vieta la vendita e diffusione degli stampati periodici usciti in Italia, la loro traduzione, la loro importazione. Per gli stampati non periodici prima della loro consegna vanno controllati dalla polizia.
Si obbliga ad accettare carta monetaria: gran parte dei macellai triestini si rifiuta di accettare pagamenti effettuati con carta monetaria emessa dalla Banca Austro-Ungarica, accettando solo moneta metallica. In alcuni casi gli stessi macellai espongono cartelli in cui si chiede il pagamento in moneta sonante. L'ordinanza ministeriale obbliga invece all'accettazione di tale forma di pagamento che se non accettata può portare a multe fino a 200 corone e all'arresto fino a 14 giorni.
Distribuzione di farina: 415 sacchi di farina da polenta sono distribuiti nei seguenti posti: Pescheria, al Castello, piazza Ponterosso, scuola Kandler, via San Zaccaria, scuola Parini, scuola Donadoni, scuola di Via dell'Istria, scuola di Servola, scuola di San Giovanni, vicolo San Fortunato a Barcola. E' vietato portare con sé in bambini.

Download

PDF Osservatore Triestino PDF Triester Tagblatt

Link addizionali

Wiener Zeitung Il Resto del Carlino Altra rassegna stampa

Altri articoli

Torna su