passa al contenuto principale

sabato 19 gennaio 1918

Le sedute a Brest-Litovsk: Ottimo proseguimento nelle trattative di pace tenutesi ieri a Brest-Litovsk tra la delegazione austro-ungarica e germanica da una parte e la delegazione ucraina dall'altra. Il ministro degli esteri austriaco conte Czernin ha discusso su questioni di varia natura con la delegazione ucraina. Una particolare importanza hanno avuto gli aspetti economici, ovvero le future relazioni commerciali tra l'Impero Austriaco da una parte e lo Stato Ucraino dall'altra. Da questo punto di vista la conclusione delle trattative dovrebbe risultare abbastanza soddisfacente per entrambe le parti. Stanno proseguendo in maniera abbastanza positiva anche le trattative con l'Impero Russo che all'inizio invece erano risultate difficoltose.
Gli scioperi: Lo sciopero di ieri a Vienna non ha dato luogo a disordini e si è svolto in maniera complessivamente tranquilla. 500 operai hanno manifestato davanti agli uffici della “Reichspost”. Anche in altre città dell'Impero si sono sviluppati piccoli scioperi. Il movente principale di queste manifestazioni rimane la scarsità di viveri. Anche a Cracovia hanno avuto luogo dimostrazioni di protesta per questo motivo. Alcune deputazioni operaie e una deputazione borghese guidata dal vescovo principe Sapieha si sono lamentate col Luogotente locale chiedendo una migliore distribuzione dei viveri per la popolazione.
Concerto nella Casa del Soldato: Si è svolto nella giornata del 12 gennaio un concerto nella Casa del Soldato di Trieste durato un'ora. Si sono esibiti alcuni artisti locali tra cui il mandolinista Gino Pressan che ha anche diretto il tutto. Il concerto è stato accolto molto positivamente dal pubblico.

Download

PDF Osservatore Triestino PDF Triester Tagblatt

Link addizionali

Wiener Zeitung Il Resto del Carlino

Altri articoli

Torna su