passa al contenuto principale

sabato 18 dicembre 1915

Ordinanza riguardante la produzione e la commercializzazione di pane e panini: L'i.r. Luogotenenza nel Litorale, sulla base delle disposizioni della Ordinanza ministeriale dell'11 agosto 1915, B.L.I. No. 231, si esprime sia in merito alla scelta e alla composizione delle farine ammesse per la produzione del pane, che sui prezzi dei prodotti della panificazione. Viene vietata la produzione industriale di paste e dolci, oltre che di “focacce, frittole di carnevale, pinze ecc.”.
La guerra con l'Italia: Terminata la “quarta battaglia sull'Isonzo”, gli attacchi italiani continuano mirando alla conquista di Gorizia. Fino ad ora ogni tentativo italico è fallito ma il capoluogo isontino risulta tremendamente devastato, con gravi conseguenze per la popolazione. Inoltre le forze italiane hanno coscientemente attaccato e distrutto anche l'ospedale di riserva di Gorizia. L'ospedale era stato spostato e fornito di “bandiere di Ginevra di dimensioni gigantesche” proprio per evitare che ciò accadesse, inutilmente.
Comunicazione dell'i.r. Luogotenenza di Trieste sulle spedizioni di pacchi della Posta di campo: Si ricorda che nei pacchi della Posta di campo è vietato includere generi deperibili in quanto non solo arrivano a destinazione marci, ma guastano anche gli altri materiali contigui oggetto di spedizione. Si rammenta inoltre di curare con particolare attenzione l'imballaggio e la scrittura dell'indirizzo del destinatario.

Download

PDF Osservatore Triestino PDF Triester Tagblatt

Link addizionali

Wiener Zeitung Il Resto del Carlino Altra rassegna stampa

Altri articoli

Torna su