passa al contenuto principale

martedì 06 luglio 1915

Atrocità russe: La città di Sadragora fu saccheggiata e totalmente distrutta dai soldati russi, fra l'indifferenza degli ufficiali. Quasi tutti i cittadini ebrei ed alcuni contadini furono deportati in Russia. Maltrattamenti e violenze verso i prigionieri Ebrei, distruzione di rotoli della Thorà e devastazione delle sinagoghe.
Palle mozzate: Prigionieri russi confessano che, per ordine degli ufficiali, i soldati utilizzano proiettili spuntati per produrre ferite più gravi.
Accuse al re d'Italia: Circoli diplomatici dell'Aja rivelano l'esistenza di un carteggio personale di Vittorio Emanuele relativo a trattative con Inghilterra, Russia e Francia prima dell'intesa con l'Austria-Ungheria, rendendo vana la missione di Giolitti.
Cambio nomi di vie e piazze: A Trieste, su disposizione del Commissario imperiale viene ripristinata la vecchia toponomastica di alcune vie e piazze (ad esempio via Carintia invece di via Torre Bianca o via Dobler invece di via Gatteri). Segue la lista completa dei nomi delle strade.
Funghi quale alimento: Il Ministero dell'agricoltura considerato l'alto valore nutritivo dei funghi e viste le straordinarie condizioni presenti, invita la popolazione ad adoperarsi alla raccolta di questo alimento e fa appello ai proprietari[nbsp] di terreni boschivi perché non ostacolino tale pratica.

Download

PDF Osservatore Triestino PDF Triester Tagblatt

Link addizionali

Wiener Zeitung Il Resto del Carlino Altra rassegna stampa

Altri articoli

Torna su