passa al contenuto principale

lunedì 27 dicembre 1915

Informazioni sui prigionieri di guerra: L'i.r. Ministero della guerra raccomanda a chi cerca informazioni sui propri congiunti in stato di prigionia, di rivolgersi all'Ufficio centrale comune di informazioni della Croce Rossa - Ufficio di informazioni per prigionieri di guerra di Vienna. Per ottenere una risposta evitando perdite di tempo, si chiede quindi di non inviare domande di informazioni di privati su singoli prigionieri al Ministero suddetto.
“Il nostro mezzogiorno”, ciclo di conferenze pubbliche organizzate dall'Università di Vienna: La sala maggiore dell'Imperiale Accademia delle scienze di Vienna ospiterà, fra gennaio e febbraio 1916, un interessante ciclo di conferenze, preceduto da un introduzione del Rettore dell'ateneo, il consigliere aulico professore Dr. A. Menzel. Questi i titoli degli appuntamenti: Il Tirolo meridionale e la spiaggia orientale dell'Adriatico (Dr. Roberto Krebs); L'antica civiltà ed arte nei paesi adriatici dell'Austria (Dr. Emilio Reisch); Il nostro Mezzogiorno nel medio evo e nell'età moderna (Dr. Giovanni de Voltelini); Arte monumentale del periodo cristiano nel Mezzogiorno austriaco (Dr. Enrico Swoboda); La natura del nostro Mezzogiorno (Dr. Cavaliere de Wettstein).
Ricreatorio comunale di San Vito: rappresentazione dello spettacolo “Natale in guerra”: Nel giorno di Santo Stefano, presso il teatro del ricreatorio comunale di San Vito, ha avuto luogo la rappresentazione del bozzetto lirico “Natale in guerra”. L'opera, nella quale “il dolore umano, la patria e la fede parlano forte al cuore nella mistica e dolce poesia del Natale”, è stata composta dal parroco di Sant'Antonio Taumaturgo, Don Antonio Vattovaz e musicata dal maestro Giorgio Ballig, organista nella chiesa di San Giacomo.

Download

PDF Osservatore Triestino

Link addizionali

Wiener Zeitung Il Resto del Carlino Altra rassegna stampa

Altri articoli

Torna su