passa al contenuto principale

lunedì 19 luglio 1915

Affondamento incrociatore italiano: L'incrociatore della Marina italiana, “Giuseppe Garibaldi”, silurato da un sommergibile dell'I. R. Marina Austro-Ungarica, a sud di Ragusa. Il “Garibaldi” silurato coma già avvenne con l'“Amalfi” affondò in 15 minuti. Era uno dei dieci incrociatori della flotta italiana.
Fronte russo: Continuano gli scontri fra la Vistola e il Bug. Tenace la resistenza dei russi ed a volte si perviene allo scontro corpo a corpo. Nella regione di Sokel i germanici conquistano alcune località difese strenuamente dai nemici. Presa la città di Krasnotaw e le colline a nord di Zolkiev. Rimane immutata la situazione nella Galizia orientale.
Fronte turco: Bombardamenti dell'artiglieria turca sugli accampamenti nemici di Seddil-Bahr, Tekke-Barnu e Marsuliman. A Tekke-Barnu le granate provocarono un incendio che durò tutta la notte, esplosioni nel campo e grande scompiglio. Sul fronte dell'Irak perdite inglesi di quattro imbarcazioni cariche di viveri e munizioni e 200 uomini.

Download

PDF Osservatore Triestino

Link addizionali

Wiener Zeitung Il Resto del Carlino Altra rassegna stampa

Altri articoli

Torna su