passa al contenuto principale

lunedì 10 settembre 1917

Berlino: cresce di giorno in giorno il bottino di guerra frutto della presa di Riga; nella precipitosa ritirata i russi hanno abbandonato un ingente quantità di armi e vettovagliamenti nei boschi e nelle paludi adiacenti alla città.
Pietroburgo: i cosiddetti “massimalisti” cercano, attraverso un imponente propaganda, di fomentare una rivoluzione contro il Governo Provvisorio e di conseguenza quest'ultimo dichiara lo stato d'assedio in città.
Londra: in un discorso presso la città di Birkhenhead il primo ministro inglese Lloyd George, dopo aver analizzato la situazione della Russia, accenna ad un imminente aiuto degli Stati Uniti a fianco delle potenze dell'Intesa.
Cronaca Trieste: verrà presto aperto al pubblico un corso serale gratuito di stenografia.

Download

PDF Osservatore Triestino

Link addizionali

Wiener Zeitung Il Resto del Carlino

Altri articoli

Torna su