passa al contenuto principale

lunedì 07 maggio 1917

Grecia: Alexandros Zaimis [primo ministro greco per sei mandati finché non diventerà presidente nel 1929] compone un nuovo Gabinetto con la convinzione di fare una politica favorevole all'Intesa. I funzionari amministrativi vengono nuovamente sottoposti al controllo dei rappresentanti dell'Intesa e la Grecia verrà divisa in quattro zone. La Grecia occidentale e l'Epiro verranno messi sotto il controllo italiano.
Pietroburgo: Il Comitato esecutivo degli operai e soldati vieta ogni tipo di dimostrazione o adunanza per 2 giorni in seguito al disordine del giorno precedente. La seduta del gran Consiglio si chiuse a tarda notte dopo diverse discussioni e venne votata una Nota che nega l'interpretazione data alla Nota del 1° maggio e che sottoporre a discussione internazionale la rinuncia alla politica di conquista è una vittoria della democrazia.

Download

PDF Osservatore Triestino

Link addizionali

Wiener Zeitung Il Resto del Carlino

Altri articoli

Torna su