passa al contenuto principale

giovedì 27 maggio 1915

Respinte le truppe italiane a nord est della Marmolada e sul confine carinziano. Perdite ingenti.
Vienna. Provenienti da Roma i due ambasciatori uscenti, barone de Macchio e principe Schönburg-Hartenstein, con il personale delle ambasciate e altri cittadini austro-ungarici domiciliati in Italia.
[Il 24 maggio il barone de Macchio, ambasciatore austriaco presso il Quirinale e il principe Schnburg-Hartenstein, ambasciatore austriaco presso il Vaticano, ricevettero i passaporti e partirono per Vienna, seguiti dal principe Bülow, dal barone De Taun, ministro di Baviera presso il Quirinale, dal barone De Ritter, ministro di Baviera presso la Santa Sede. Qualche giorno dopo lasciava Berlino l'ambasciatore italiano Bollati].
Manifestazioni patriottiche a Budapest. La popolazione e una delegazione di ufficiali germanici e cittadini ottomani inneggiano ai monarchi alleati e al sultano.
La stampa norvegese contro l'Italia. Condanna della dichiarazione di guerra dell'Italia nei confronti degli alleati di un tempo.

Download

PDF Osservatore Triestino PDF Triester Tagblatt PDF Triester Zeitung

Link addizionali

Wiener Zeitung Il Resto del Carlino Altra rassegna stampa

Altri articoli

Torna su