passa al contenuto principale

giovedì 13 settembre 1917

Berna: partito da una intercettazione da parte degli Stati Uniti, scoppia lo scandalo dei telegrammi cifrati inviati dall'ambasciatore tedesco a Buenos Aires verso il proprio paese tramite una legazione svedese. Gravi accuse da parte dei paesi dell'Intesa alla Svezia che, sfruttando lo status di paese neutrale, avrebbe favorito le comunicazioni del Governo Germanico.
Russia: il generale Kornilov cerca di accattivarsi le simpatie dei Soviet con cui condivide l'idea di una sconfitta russa in caso di continuazione della guerra in corso. Kerensky, da parte sua, lo dichiara pubblicamente “spergiuro” per aver lasciato sguarnito il fronte dirigendo il suo esercito verso la capitale Pietroburgo scatenando il panico in città.
Trieste: continuano quotidianamente gli attacchi aerei italiani sulla città, in palese violazione del diritto di guerra.
Cronaca: il 15 del mese in corso si inaugurerà l'anno scolastico nelle scuole israelite mentre al Teatro Fenice andrà in scena “Fedora” del Sardou, con interpreti principali la signorina S. Comel e il signor C. Dangeli.

Download

PDF Osservatore Triestino PDF Triester Tagblatt

Link addizionali

Wiener Zeitung Il Resto del Carlino

Altri articoli

Torna su