passa al contenuto principale

giovedì 01 novembre 1917

Iniziamo con un comunicato di guerra: da Vienna giungono notizie in merito all'avanzata delle truppe austro-ungariche sulle montagne nella zona dell'alto Tagliamento e nella pianura veneta. Palmanova è stata occupata e si vantano circa 120.000 prigionieri.
Proseguiamo con la cronaca: la vigilanza sul traffico dei viveri. Dal quotidiano si apprende infatti che, a causa della guerra e delle conseguenti ristrettezze, può accadere che i viveri forniti dallo Stato vengano contrabbandati. Gli organi esecutivi delle autorità politiche distrettuali sono pertanto invitati a sorvegliare la popolazione, affinché questo tipo di commercio illegale non si perpetui. Tuttavia, non devono essere sequestrate quelle esigue quantità di beni alimentari ottenuti con la fatica e con sacrifici economici da parte delle famiglie meno abbienti. In questo modo anche queste ultime saranno stimolate a resistere nel campo economico. La solidarietà che compare in questo articolo è certamente un punto cruciale: si evince infatti che la guerra non deve disumanizzare; essa non deve cioè fare da tramite verso la legge del più forte.
Un'altra notizia del giorno che si rivolge alla società, prestando attenzione soprattutto ai più piccoli (e quindi i più vulnerabili, specialmente nel momento in cui si presenta una guerra) è quella relativa al Ricreatorio Comunale di San Giusto: nel quotidiano si legge che, allo scopo di tenere lontani i giovani dalla strada e dai suoi pericoli, il ricreatorio organizza una festa per premiare i più assidui frequentatori. Inoltre, per rendere l'evento più solenne e al fine di ottenere maggior partecipazione all'evento, la festa sarà organizzata in data dell'onomastico dell'Imperatore.

Download

PDF Osservatore Triestino PDF Triester Tagblatt

Link addizionali

Wiener Zeitung Il Resto del Carlino

Altri articoli

Torna su