passa al contenuto principale

domenica 27 maggio 1917

Per i viaggi dei membri del Consiglio dell'Impero: Il giornale comunica le modalità del lasciapassare per i membri della Camera dei deputati e dei Signori emanate dalla Cancelleria della Camera dei deputati. In modo particolare i membri che hanno domicilio in territorio di guerra possono ricevere dal Comando dell'esercito un lasciapassare per varcare i confini del territorio designato per la durata di tre mesi.
Notificazioni: Viene proposta dalla Giunta provinciale della Contea principesca di Gorizia-Gradisca un soccorso per gli orfani e per le donne rimaste vedove della data provincia. Il Magistrato civico sollecita tutte le vedove e gli orfani di militari residenti a Trieste dopo essersi spostati dalla provincia friulana di non esitare a chiedere un sussidio. Si chiede pertanto di presentarsi all'Ufficio civico anagrafico con i documenti che testimoniano la perdita del capo famiglia.
La Conferenza di Stoccolma: Stoccolma, 25 maggio. È giunto il deputato al Parlamento austriaco Vittorio Adler. Il ministro Branting non intende credere che il Governo inglese stia negando i passaporti ai delegati che vorrebbero assistere alla Conferenza. Berlino, 26 maggio. Il “Vorwärts” [l'organo del Partito socialdemocratico tedesco] è giunto a sapere che il Governo italiano non ha voluto cedere i passaporti ai socialisti in viaggio verso Stoccolma.

Download

PDF Osservatore Triestino PDF Triester Tagblatt

Link addizionali

Wiener Zeitung Il Resto del Carlino

Altri articoli

Torna su