passa al contenuto principale

domenica 12 marzo 1916

In Svezia il mercato è libero!: il 10 marzo a Stoccolma è stato firmato un disegno di legge che impedisce la stipulazione di accordi di importazione o esportazione ristretti all'interesse di un singolo paese straniero. Per i contravventori sono previste multe e in alcuni casi anche il carcere. Allo stesso modo è fatto divieto di vigilare per conto di un altro Stato sulle condizioni del commercio svedese.
No alla moda militare: a Trieste ha preso piede la moda di vestire i propri figli con abiti che imitano perfettamente le uniformi degli ufficiali, con tanto di distintivi e nappa attaccata alla sciabola. Per quanto tale moda nasca per simpatia verso l'esercito e patriottismo, rischia di mancare di rispetto all'ufficialità, se ne fa pertanto divieto secondo l'ordinanza ministeriale del 30 settembre 1857.
Neanche un caffè per gli studenti: a tutti gli allievi delle scuole medie, senza nessuna eccezione, è vietato frequentare caffè e osterie se non accompagnati dai genitori o da persone responsabili per loro. I trasgressori riceveranno le più severe pene disciplinari.

Download

PDF Osservatore Triestino PDF Triester Tagblatt

Link addizionali

Wiener Zeitung Il Resto del Carlino Altra rassegna stampa

Altri articoli

Torna su