passa al contenuto principale

domenica 06 ottobre 1918

Una nuova proposta delle potenze centrali per la pace: Austria-Ungheria, Germania e Turchia, tramite l'inviato austro ungarico a Stoccolma, fanno pervenire le loro intenzioni di firmare un armistizio generale per l'avviamento delle trattative di pace, direttamente al Presidente degli Stati Uniti d'America Wilson, tenuto conto delle condizioni interne della Germania. Si fa preciso riferimento per le trattative ai c.d. 14 punti di Wilson del Congresso dell'8 gennaio, ai 4 punti del discorso del Presidente del 12 febbraio e alle sue dichiarazioni del 27 settembre 1918.
Una dichiarazione della Consulta della Camera di commercio. Per l'avvenire di Trieste
: La Consulta della Camera di Commercio e Industria fa pervenire al Ministro degli Esteri, al Presidente dei Ministri, al Ministro del Commercio, al Ministro dell'Interno e al Luogotenente una dichiarazione in merito alla posizione di Trieste, quale unico porto marittimo e commerciale dell'entroterra austriaco, per ovviare agli eventuali contraccolpi economici dovuti alla situazione politica che sta vivendo l'Austria-Ungheria. Viene fatta esplicita richiesta affinché Trieste e il suo Territorio vengano staccati dagli altri vicini territori amministrativi e uniti per sempre come territorio autonomo “in immediata congiunzione con l'Impero d'Austria”.

Download

PDF Osservatore Triestino PDF Triester Tagblatt

Link addizionali

Wiener Zeitung Il Resto del Carlino

Altri articoli

Torna su