La Sala di studio

La Sala di studio, il cui accesso è libero e gratuito, è il luogo deputato alla consultazione della documentazione conservata in Archivio. Qui lo studioso interessato può effettuare ricerche sull'intero patrimonio culturale, affiancato dal personale addetto all'orientamento e indirizzato all'individuazione delle fonti storiche attraverso gli strumenti di ricerca a disposizione (inventari, mezzi di corredo a stampa o dattiloscritti, guide, elenchi di versamento, banche dati).

Gli utenti sono tenuti all'osservazione del Regolamento della Sala di studio e del Codice di deontologia e di buona condotta per il trattamento di dati personali per scopi storici.

Modalità di accesso

Per consultare il patrimonio documentario è necessario, muniti di carta d'identità valido, compilare la domanda di ammissione alla Sala di studio, che va presentata annualmente e che va aggiornata dall'utente in caso di modifiche a quanto già dichiarato (dati anagrafici e oggetto della ricerca).

Ad ogni ingresso nella Sala di studio, l'utente deve apporre la propria firma leggibile sul registro presenze, depositare negli armadietti esterni dotati di chiusura a chiave borse, cartelle o altri effetti personali, utilizzare esclusivamente matite.

Consultazione del materiale in Sala di studio

È possibile richiedere giornalmente la consultazione di 3 pezzi; compatibilmente con i carichi di lavoro del personale della Sala di studio, è previsto l'aumento della richiesta giornaliera a 6 pezzi.

Non è possibile consultare più di un pezzo alla volta; la consultazione simultanea di pezzi compementari (es. atti e relativo registro) è subordinata all'assenso del funzionario di Sala studio.

Prenotazioni

È possibile - entro le ore 12 del giorno precedente a quello previsto per la consultazione - prenotare via mail i pezzi da consultare, indicando con precisione il nome del fondo e il numero del faldone o dell'unità archivistica.
Le richieste di prenotazione incomplete non saranno evase.

Nella giornata di sabato è attualmente possibile consultare solo la documentazione già richiesta o prenotata nei giorni precedenti.

Consultabilità dei documenti

I documenti conservati in Archivio di Stato sono liberamente consultabili.

Le limitazioni alla consultazione sono quelle previste dal Codice dei beni culturali e del paesaggio (D.lgs. 22 gennaio 2004, n. 42), agli artt. 122-127 e dal Codice in materia di trattamento dei dati personali (D. lgs. 196/2003)

Per la procedura prevista in caso di richiesta di consultazione anticipata di documenti di carattere riservato, consulta la pagina relativa della Direzione generale archivi.

Nel caso di documentazione versata in Archivio di Stato dalle amministrazioni statali periferiche anticipatamente ai 30 anni previsti dal Codice dei beni culturali, la domanda di accesso va presentata direttamente agli uffici competenti, ai sensi della L. 241/90.

Lo stato di conservazione dei documenti richiesti, se particolarmente compromesso e tale da pregiudicarne la conservazione, può determinarne l'esclusione dalla consultazione.

Orari della Sala di studio

La Sala di studio è aperta al pubblico da lunedì a sabato, con i seguenti orari:

lunedì e giovedì

8.20-17.50

martedì, mercoledì, venerdì

8.30-14.30

sabato

8.30-13.30

Nella giornata di sabato è possibile consultare solo la documentazione già richiesta nei giorni precedenti.

aggiornato il: 2017-03-24 09:28
logo MIBACT
Logo DGA
Logo SAN
Logo Centenario Grande Guerra