Archivio di Nino Spagnoli

L'inventario dell'Archivio di Nino Spagnoli, a cura di Fabiana Salvador, è disponibile nel Sistema informativo dell'Archivio di Stato di Trieste.

L’archivio dello scultore triestino Nino Spagnoli forma il lascito documentario dell’artista, deceduto nel dicembre 2005. Dichiarato di interesse culturale nell’agosto 2014, nello stesso anno è stato donato all’Archivio di Stato di Trieste dalla moglie Giuliana Pazienza Spagnoli. Il fondo è una fonte imprescindibile per ricostruire l’itinerario artistico di Spagnoli, il processo creativo dall’ideazione all’esecuzione dell’opera, e per tracciare i rapporti intessuti con istituzioni e con privati che beneficiarono della sua collaborazione. Ma racchiude e restituisce anche la storia di un uomo che ha vissuto in varie parti del mondo, lavorando con impegno e con difficoltà, affezionandosi a progetti che con tenacia avrebbe riproposto in più occasioni, fino a vederli almeno in parte realizzati, a distanza di molti anni. Dalle carte emerge la volontà dell’artista di conservare e documentare il proprio operato, spesso sofferto (testo tratto dall'Introduzione di Fabiana Salvador).

Torna indietro

logo MIBACT
Logo DGA
Logo SAN
Logo Centenario Grande Guerra