La biblioteca

Il nucleo della biblioteca, sviluppatasi parallelamente all'Archivio a partire dal 1926, è costituito dai fondi librari provenienti dalla Luogotenenza, dalla Procura di finanza, dal Tribunale d'appello e da altri organi dell'amministrazione austriaca che ebbero sede a Trieste. Questo materiale, di carattere prevalentemente giuridico, legislativo e statistico, ha raggiunto in tempi diversi l'Archivio di Stato, a corredo della documentazione storica che di tempo in tempo veniva versata dalle varie amministrazioni. Attorno a questo nucleo ottocentesco, con notevoli frange d'epoca anteriore come due cinquecentine, il patrimonio si è andato gradualmente accrescendo grazie a:
- ulteriori versamenti di materiale amministrativo risalente ormai all'ordinamento italiano,
- abbonamenti e acquisti gestiti direttamente dall'istituto, e a quelli centralizzati gestiti dall'Ufficio Centrale per i Beni Archivistici,
- finanziamenti e doni da parte di enti e istituzioni culturali.

I volumi trattano argomenti di storia e metodologia della ricerca storica, storia del diritto e delle istituzioni, diritto e ordinamento amministrativo austriaco e italiano, archivistica, paleografia, diplomatica e discipline ausiliarie; comprendono pubblicazioni d'interesse storico, geografico, economico, sociologico, statistico, riferite alla regione storica comprendente Trieste, il Goriziano, il Carso, l'Istria e Fiume.

Consistenza e modalità di consultazione

La biblioteca conta attualmente oltre 35.000 tra volumi e opuscoli, circa 1.100 testate di periodici dei quali 220 correnti.

La catalogazione è stata eseguita regolarmente con il programma TINLIB dal 1990 al 2008. La consultazione di questi dati avviene tramite l'interfaccia web WEBIF. Dal novembre 2008 la biblioteca è entrata a far parte del Sistema Bibliotecario Nazionale (SBN); pertanto per una ricerca esauriente si consiglia di consultare l'OPAC del Polo SBN del Friuli Venezia Giulia facente capo all'Università degli Studi di Trieste.

Sono presenti nel catalogo WEBIF e in Sebina tutte le monografie e parte dei periodici: quanto inserito corrisponde al 75% circa dell'intero patrimonio; i periodici sono inseriti nella misura del 40% del posseduto.
Lo schedario consultabile nella sala di studio dell'Archivio di Stato comprende l'intero patrimonio della biblioteca fino al 2008.

Non è previsto il prestito.

La riproduzione è consentita solo con mezzi propri, nei limiti consentiti dalla vigente normativa sul diritto d'autore.

Responsabile della catalogazione:
Carmelo Bianco

aggiornato il: 2017-02-21 09:55
logo MIBACT
Logo DGA
Logo SAN
Logo Centenario Grande Guerra